Gruppo di Jodel

Lo jodel è un canto polifonico a 2-3 voci e sillabico. 
La sua peculiarità sta nella rapida alternanza tra registro di testa e registro di petto. Al contrario del canto classico, nello jodel il falsetto e la voce di petto sono separate  in maniera molto netta. 
Questo canto ha le radici che affondano nella Preistoria e appartiene alla cultura popolare dell’arco alpino anche se 
tradizioni analoghe si ritrovano in diversi Paesi e continenti del mondo quali la Scandinavia, la Spagna, l’Europa dell’Est, la Cina, la Corea, la Tailandia, la Nuova Zelanda, la Palestina, l’Africa 
e gli Stati Uniti d’America. 
Lo jodel è accessibile a chiunque: l’assenza di testo infatti ne facilita l’apprendimento ed è in grado di animare le persone che vi si dedicano, connettendo intere generazioni e facilitando il superamento dei propri limiti.
Lo jodel è un’immersione nella purezza del suono con effetti energizzanti e benefici sull’umore. Esso ha un potere 
antidepressivo e favorisce la gioia di vivere, la calma interiore  
e l’introspezione.